Sala stampa

Sala stampa > Altri comunicati

Nel 2017 in rallentamento gli acquisti di autovetture dei privati possessori di partita Iva (-7,4% a 221.300 unità)

Periodo di pubblicazione: 27 luglio 2018
Periodo di riferimento dei dati: gennaio 2017 / dicembre 2017

Pesa il forte calo degli agenti di commercio. Torna per il 4° anno l’indagine UNRAE

 Scarica allegato: Comunicato_Stampa_analisi_acquisti_2017_privati_con_PIVA_5b5ad4cb7daba.pdf


Torna l’analisi realizzata dal Centro Studi e Statistiche UNRAE che, grazie alla stretta collaborazione con l’ISTAT, per il 4° anno consecutivo riesce ad analizzare gli acquisti di autovetture dei clienti privati possessori di una partita IVA nell’anno 2017. Un target di clientela con caratteristiche proprie cui destinare attività mirate, che non è rintracciabile dai dati ministeriali.

 

Dopo le costanti e sostenute crescite registrate negli ultimi anni e il contributo di benefici fiscali quali il Superammortamento, le autovetture immatricolate da tali acquirenti nel 2017 hanno segnato una flessione del 7,4% con 221.280 unità, rispetto alle 238.930 dell’anno 2016. La quota di mercato sul totale delle vendite a privati sfiora il 20% (19,7% per l’esattezza) e cede 1,2 punti confrontandosi con il 20,9% del totale immatricolazioni 2016, considerato che la contrazione è più decisa di quanto non sia avvenuto per le vendite complessive ai privati.

 

Quasi il 53% degli acquisti dei privati possessori di partita IVA ha interessato le imprese individuali, in crescita di circa 3 punti percentuali verso l’anno precedente; il 22,6% è stato acquistato da professionisti (+1,2 p.p.), il 10% da agricoltori e il 14,8% dagli agenti di commercio, unico canale in forte flessione (-30% dei volumi e -5 punti di quota) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a causa del rientro di alcuni benefici fiscali (quali il Superammortamento e l’aumento del costo deducibile).

 

Nel dettaglio dei professionisti, gli studi legali coprono il 5,2% del totale, stabili i commercialisti al 3,5%, le società di consulenza e gli ingegneri, entrambi al 2,2% del totale, chiudono gli architetti sfiorando la soglia del 2%.

 

Il fatturato generato nel 2017 da tali acquirenti ha registrato anch’esso una flessione del 5,1% con 5,6 miliardi di euro rispetto ai quasi 5,9 miliardi del 2016.

 

Alimentazioni:

Il diesel anche nel 2017 si conferma la motorizzazione prescelta da questa tipologia di clientela, con il 63,6% del totale mercato, evidenziando comunque un calo di 3 punti verso l’anno precedente, ma ben 14 punti percentuali in più rispetto alle vendite del totale canale privati. Ciò a scapito della benzina che si ferma al 22,4% (-12 p.p. del totale privati). In crescita la rappresentatività delle ibride fra gli acquisti dei privati con partita IVA, stabili il metano e le elettriche, mentre perde quasi 3 punti il Gpl, al 3° posto nel ranking.

 

Carrozzerie:

Non si arresta l’ascesa dei SUV che nel 2017 sono stati scelti dal 43,5% del totale privati possessori di partita IVA: 5 punti e mezzo in più rispetto al 2016 e 8,6 punti in più del totale canale privati. Solo 4 acquirenti su 10 hanno scelto, invece, una berlina (12,8 punti in meno del canale privati), mentre le station wagon, seppur in contrazione rispetto al 2016, fra i privati con partita Iva rappresentano il 6,1% rispetto al 3,7% del totale mercato privati.

 

Distribuzione provinciale:

Roma si conferma la provincia con il maggior numero di immatricolazioni fra i privati con partita IVA, seguita da Milano e Torino; tutte con quote di mercato leggermente inferiori a quanto sperimentato nel totale privati. Al 4° posto Napoli, che accelera in quota rispetto al totale mercato privati, seguono a parimerito Bologna e Firenze. All’8° posto Padova, che accelera nel segmento dei privati con partita IVA rispetto al totale mercato privati, mentre va segnalata la performance di Bari che sale al 2,1% di quota rispetto all’1,4% del totale privati. Allineata la rappresentatività di Verona e Treviso, mentre Bergamo perde peso nei privati con partita IVA.

 

Fasce di età:

I giovani maturi, acquirenti da 30 a 45 anni di età, sono la fascia più rappresentativa di clienti e, nel segmento dei privati con partita IVA, hanno raggiunto nel 2017 il 32,3% del totale delle vendite (4 punti in più del totale privati). La fascia da 46 a 55 anni copre il 28,8% del mercato (+3 p.p.), i 56-65enni il 21,9% (+1,6 p.p.). La penetrazione delle partite IVA negli over 65 e nei giovani è ovviamente più bassa del totale mercato privati.

 

Gli acquisti in leasing:

Tra i possessori di partita IVA, circa il 10% dei clienti ha scelto di finanziare la vettura in leasing, valore ben al di sopra del 2,9% del totale mercato privati ed in crescita di mezzo punto rispetto al 2016.

 



Per lo stesso periodo di riferimento

gennaio 2017 / dicembre 2017
Dati statistici > Immatricolazioni
124 contenuti pubblicati (visualizza/nascondi)
Dati statistici > Circolante
Pubblicazioni > Pocket mercato
Pubblicazioni > Book Statistiche annuali
1 contenuto pubblicato (visualizza/nascondi)
Sala stampa > News dall'UNRAE
Sala stampa > Conferenze stampa
Sala stampa > Autovetture
21 contenuti pubblicati (visualizza/nascondi)
Sala stampa > Interventi
Sala stampa > Altri comunicati
17 contenuti pubblicati (visualizza/nascondi)
30 contenuti pubblicati (visualizza/nascondi)
Sala stampa > Dicono di noi
Sala stampa > Video interviste

In rilievo

Prossimi appuntamenti  ?

  • 02
    nov
    Comunicato Stampa mercato auto Italia
  • 15
    nov
    Comunicato Stampa Europa

Chi è l'UNRAE

L'UNRAE è l'Associazione che rappresenta le Case estere operanti sul mercato italiano delle autovetture, dei veicoli commerciali e industriali, dei bus e dei caravan e autocaravan.

Chi siamo
Struttura
Presidente
Direttore Generale
Organi Associativi
Relazioni Istituzionali
Statuto
Codice Etico



Le nostre Associate per settore. Puoi fare click sui loghi per ottenere maggiori informazioni.